FRESE PER PANTOGRAFO CNC

Cosa è un pantografo CNC

I pantografi CNC sono Centri di lavoro a Controllo numerico computerizzato i cui assi vengono gestiti da un computer integrato nella macchina stessa. Il movimento degli assi e le funzioni della macchina sono pre-impostati attraverso un software di programmazione chiamato CAM (Computer Aided Manufacturing).

tools for cnc machine

L’introduzione delle macchine utensili CNC ha radicalmente modificato il modo di produrre delle aziende manifatturiere. Il CNC (Computer Numerical Control) ha infatti permesso alle macchine utensili di eseguire lavorazioni con maggiore:

  • precisione
  • flessibilità
  • velocità
  • ripetibilità

I movimenti delle macchine utensili CNC vengono coordinati elettronicamente in modo da far seguire all’utensile traiettorie predefinite su assi: l’operatore ha il compito, tramite CAM, di generare le istruzioni necessarie alla macchina utensile per realizzare un determinato oggetto partendo da un progetto CAD.

frese per pantografo CNC

Anche nell’ambito delle lavorazioni del legno, le macchine utensili CNC, o centri di lavoro CNC, permettono di raggiungere standard qualitativi molto elevati, fino a ottenere pezzi finiti. Sul mercato esistono diverse tipologie di centri di lavoro CNC in grado di svolgere anche differenti lavorazioni.

I centri di lavoro più comunemente utilizzati nell’industria della lavorazione del pannello sono:

  • CNC per fresatura
  • CNC per bordatura
  • CNC per nesting
  • CNC per serramenti
  • CNC per foratura

Il numero di lavorazioni eseguibili su un pantografo CNC dipende dal numero di assi mobili della macchina gestiti dal controllo numerico, che rappresentano i gradi di libertà della macchina stessa. Gli assi permettono di inclinare l’utensile rispetto al piano di lavoro dando una maggiore flessibilità di movimento durante la lavorazione.

Il numero di assi mobili va da un minimo di 2 fino a un massimo di 5. In quest’ultimo caso, ai classici 3 assi che consentono di lavorare simultaneamente in altezza, larghezza e profondità, si aggiungono sia la rotazione della testa porta utensile, sia la rotazione del pezzo in lavorazione.

Frese per pantografo CNC: come scegliere l’utensile più adatto

I centri di lavoro CNC hanno rappresentato un importante vantaggio per l’industria del mobile; il loro avvento ha, inoltre, determinato un forte aumento della produzione di punte a fresare (frese con codolo) sia a taglio dritto che sagomato.

Scegliere la fresa più adatta per un pantografo CNC non è compito semplice, per questo vi indicheremo alcuni degli aspetti chiave da considerare nella scelta dell’utensile:

  • la lavorazione da svolgere
  • il materiale che si andrà a lavorare

Analizziamole separatamente.

Lavorazione da svolgere

Tools for cnc machine

Iniziamo col dire che le principali lavorazioni che si possono eseguire su un pantografo CNC sono:

  • contornatura
  • sezionatura
  • foratura
  • sagomatura
  • scanalatura

Per ciascuna lavorazione esistono frese dedicate, ma ciò che più importa è considerare quale parte del pannello verrà lavorata, la qualità della finitura desiderata e la profondità di passata (ovvero il volume di truciolo che verrà asportato).

Le prime due variabili influenzano la scelta della geometria della parte tagliente della fresa, mentre la profondità di fresata determina la scelta dell’attacco. Per una fresatura “pesante” o con “passata profonda” occorre puntare su un sostegno maggiore rispetto a quello necessario per una fresatura “leggera”, come per esempio quella che serve per la smussatura di un angolo.

L’analisi del tipo di lavorazione va messa in rapporto con altri parametri quali materiale lavorato, numero di giri e velocità di avanzamento.

La tipologia di materiale

Abbiamo in precedenza sottolineato come ogni lavorazione sia diversa e come sia indispensabile mettere in correlazioni i vari fattori che influiscono sulla lavorazione per determinare la scelta della fresa pantografo più adatta: fra questi molto importante è l’analisi della tipologia di materiale.

Ogni materiale ha le sue particolarità: ad esempio il legno è un materiale naturale presente in tantissime varianti, dal più duro a quello tenero, dal puro al composito, mentre altri come il truciolare possono contenere al loro interno scarti di legno, metalli, colle ecc.

Per questo motivo ogni materiale può richiedere una fresa con un design specifico.
Facciamo un esempio: le frese per pantografo per lavorare il laminato sono progettate per non rovinare gli strati di rivestimento, quelle per legno per lasciare un bordo pulito.

In sintesi è obbligatorio conoscere bene il materiale che si andrà a lavorare per scegliere il materiale della fresa più adatto alla propria lavorazione.

Frese per pantografo CNC in diamante policristallino o metallo duro?

Come abbiamo detto, in base al tipo di legno che ci troveremo di fronte cambierà anche la scelta del tipo di materiale del tagliente della fresa o punta a fresare che dir si voglia.

Le punte a fresare per CNC di Wirutex hi-tech tools hanno taglienti in:

  • Diamante Policristallino (PCD)
  • Metallo Duro integrale (HWM).
Perché utilizzare utensili in diamante policristallino

Frese per pantografo CNC in Diamante Policristallino (PCD)

Le punte pantografo in diamante policristallino vengono utilizzate  sui CNC per operazioni di sezionatura, per contornare, forare, realizzare canali , per incastri e battute. I taglienti sono delle piccole placchette saldobrasate di colore nero.

Il diamante policristallino è un materiale molto duro adatto per lavorazioni ripetute ed è fortemente consigliato per le lavorazioni di materiali come truciolare, mdf, melaminici, multistrati e multistrati rivestiti, HPL e CORIAN.

Rispetto ad altri materiali come ad esempio il metallo duro integrale, risulta inizialmente più costoso ma la sua maggiore resistenza garantisce una maggiore durata di taglio rispetto agli utensili tradizionali con taglienti in metallo duro, in quanto riduce al minimo i costi di produzione e ottimizzano il rendimento e la qualità.

Perché utilizzare utensili in metallo duro

Frese per pantografo CNC in metallo duro integrale (HWM)

Le frese in metallo duro integrale sono punte usate molto di frequente sui centri di lavoro CNC. A differenza delle punte in diamante policristallino, la parte tagliente è ricavata dallo stesso materiale di cui è costituito il corpo della fresa.

Il suo utilizzo è consigliato principalmente per le lavorazioni di materiali come legni duri e comunque su quei materiali che richiedono uno scarico maggiore di truciolo.

Abbiamo sottolineato sin dall’inizio come l’analisi del tipo di lavorazione da eseguire sia sicuramente un aspetto fondamentale nella scelta della fresa per CNC, ma come vada necessariamente messa in relazione con gli altri parametri di lavorazione quali tipologia di materiale lavorato, numero di giri e velocità di avanzamento. Trovare il giusto equilibrio fra tutti questi parametri non è un aspetto semplice. Per questo motivo è indispensabile affidarsi ad un fornitore di utensili che abbia maturato esperienza sul campo e che sia in grado di fornire anche le indicazioni più corrette per raggiungere un equilibrio ottimale fra i vari parametri di lavorazione.

Perchè scegliere Wirutex hi-tech tools

Wirutex hi-tech tools progetta, produce e distribuisce utensili ad alta tecnologia per macchine per la lavorazione del legno, materiali plastici e alluminio. Nata nel 1980, oggi è azienda di riferimento nello sviluppo di prodotti in diamante policristallino e metallo duro per l’artigianato d’eccellenza e per l’industria del mobile.

L’utilizzo di tecnologie di ultima generazione insieme ad una conoscenza approfondita del mercato e dei materiali, permettono a Wirutex hi-tech tools di essere sempre con lo sguardo proiettato verso l’innovazione e di realizzare utensili su misura seguendo le necessità particolari dei clienti.

Ogni fase del processo industriale, dal progetto iniziale fino al prodotto finale, viene sottoposta a rigorose e minuziose verifiche in modo da garantire funzionalità, sicurezza ed elevate performance. Questo sistema, esteso a tutti i servizi, ci ha permesso così di innalzare costantemente il livello e di mettere in atto nuove sperimentazioni.

I nostri prodotti sono certificati in conformità alla normativa europea EN 847-1 e certificati dall’ente tedesco DGUV. Il processo di saldobrasatura è certificato da parte dell’Istituto Italiano della saldatura.